Sviluppo: Giovanni Lesa [scrivi una e-mail] - Pagina aggiornata il 02 aprile 2010

Informazioni generali

torna su



Geologia e idrografia

Pasian di Prato si trova nel cuore dell'alta pianura friulana. Il territorio si attesta su una media di 104 metri sul livello del mare e non presenta rilievi di alcun tipo.

Geologicamente, Pasian di Prato si erge su un terreno caratterizzato da sedimenti glaciali e alluvionali risalenti all'età quaternaria, epoca olocene (quindi circa 11000-12000 anni fa), deposti principalmente dal torrente Cormôr. Il terreno risulta composto principalmente da ghiaie e sabbie limo-argillose. I sedimenti alluvionali, cementati o conglomerati, sono presenti a profondità che variano tra i 30 e i 100 metri.

L'idrologia è caratterizzata dalla presenza di due corsi d'acqua di scarsa portata: il già citato Cormô e il torrente Lavia (che lambisce Colloredo di Prato). È poi presente il canale di irrigazione denominato "Ledrut". Una falda acquifera attraversa il territorio ad una profondità media di 30 metri.

torna su



Mutamenti sociali

L'ambiente pasianese, negli ultimi anni, ha perso la sua antica connotazione rurale: le vaste praterie adibite a pascolo, i boschi di quercie, noci e castagni hanno lasciato il posto a possenti complessi industriali e infrastrutturali.

La popolazione, negli ultimi 60 anni, è praticamente raddoppiata, superando il 5300 abitanti alla fine del 2009 (tra Pasian di Prato e Santa Caterina: l'intero comune sfiora i 9300 residenti). Anche le attività lavorative hanno subito un notevole cambiamento: basti pensare al fatto che nel 1951 ben il 26.1% della popolazione era impiegato nell'agricoltura, a fronte dello scarso 2% odierno. Stesso discorso, seppur più attenuato, anche per il settore industriale.

torna su



Pasian di Prato: urbanistica

Nonostante gli interventi di rinnovamento delle piazze e delle strade, il centro di Pasian di Prato conserva ancora la tipica fisionomia del borgo friulano, con case basse a due o tre piani, spesso unite tra di loro, solide, sobrie e funzionali. Tutto intorno al centro storico, diverse villette e condomini si sono armonicamente integrati con il tessuto architettonico pre-esistente.

Il discorso è completamente diverso per la località di Santa Caterina, in cui l'architettura prevalente è basata sui grandi condomini di 4-6 piani, con scarsa presenza di villette singole o a schiera.

torna su